Prossimo evento

28
Novembre
Palazzo dello Sport Piazza
...

Offerte lavoro



 
 

Con le mani e con il cuore: l’argilla come terapia ricreativa

2 - 4 ' di lettura

fondazione lene thun onlus

Modellare un semplice pezzo di argilla può migliorare la qualità della vita di un bimbo ricoverato in ospedale, regalandogli un sorriso e un pizzico di speranza. Dal 2006 la Fondazione Contessa Lene Thun, certificata ONLUS, promuove la modellazione dell’argilla come terapia ricreativa, offrendo laboratori gratuiti in contesti di malattia e di disagio, principalmente sul territorio italiano. La Onlus altoatesina è stata fondata da Peter Thun per ricordare la gioia e i benefici provati da sua madre, la Contessa Lene, mentre plasmava l’argilla dando forma alle celebri figure Thun. La manipolazione dell’argilla agisce su due piani: regala un’immediata sensazione di benessere, di piacevolezza e divertimento, e dall’altro lato permette, attraverso la creazione di forme tridimensionali, di dare voce alla propria sfera emotiva, attenuando le paure e la sofferenza interiore, creando i presupposti per ricevere aiuto e sviluppare l’autostima e la socializzazione.

Nel 2014, nasce il progetto “Fondazione Contessa Lene Thun negli Ospedali”, che prevede la realizzazione di Laboratori permanenti di modellazione della ceramica all’interno dei reparti pediatrici di grandi ospedali italiani.

Grazie al contributo di molti, nel corso del solo 2017, la Fondazione Lene Thun Onlus,  attraverso i 34 laboratori distribuiti sul territorio nazionale, ha regalato oltre 27.000 ore di sorrisi e supportato con la sua attività 9.000 bambini e le loro famiglie, che grazie alla magia della modellazione, oggi vivono in maniera meno dura e difficile i lunghi ricoveri a cui li costringe la malattia.

modellazione padova ok

Attualmente sono attivi 38 laboratori permanenti offerti gratuitamente a 21 strutture sanitarie di eccellenza come Policlinico Gemelli e Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, Policlinico Vittorio Emanuele di Catania, Ospedale San Gerardo di Monza, Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, Ospedale Tappeiner di Merano, Ospedale San Maurizio di Bolzano, Centro di Protonterapia di Trento, Ospedale Pediatrico Microcitemico di Cagliari, Ospedale Annunziata di Cosenza, Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova, Istituto Nazionale dei Tumori e  Istituto Neurologico Besta di Milano,  Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, Ospedale Pediatrico Santobono Pausilipon di Napoli, Ospedale Spirito Santo di Pescara, Ospedale Civico di Palermo, Policlinico Sant'Orsola Malpighi di Bologna e Ospedale Vito Fazzi di Lecce. La Fondazione inoltre si è impegnata fortemente in un progetto a favore dei bambini che vivono nelle zone colpite dal terremoto, organizzando 6 settimane di laboratori estivi di modellazione ceramica presso Amatrice, Cittareale, Antrodoco, Leonessa e Norcia.

L’attività si concentra soprattutto nei reparti di oncoematologia pediatrica che comportano una lunga e pesante ospedalizzazione, ma anche in alcuni reparti di neuropsichiatria infantile. I laboratori, che si svolgono una volta alla settimana, vengono coordinati dallo staff di volontari e da ceramisti della Fondazione e sono offerti gratuitamente alle strutture e ai pazienti. La Fondazione Lene Thun Onlus ha avuto l'onore - per 3 anni consecutivi - di decorare grazie alle meravigliose opere di bambini e ragazzi coinvolti nel progetto, uno dei più importanti alberi, simbolo del Natale. Così con le mani e con il cuore sono nate meravigliose decorazioni per il grande Albero di Piazza San Pietro e l’incontro con un uomo straordinario, Papa Francesco.

Tra le opere collettive troviamo numerose installazioni (come “L’Amico Gigante”,” Con le mani nel Mondo”, “Il Bosco che cresce”) collocate nei nosocomi distribuiti su tutto il territorio nazionale e a Norcia, dove è stata inaugurata l’opera “Primavera”: un inno alla gioia e alla vita creata con la collaborazione dei bambini dei Comuni di Norcia, Amatrice, Antrodoco, Cittareale e Leonessa.

Gallery