Offerte lavoro



 
 
Azienda Nome azienda Titolo Settore funzionale Data fine Sede
ADHR Group buyer altra funzione aziendale 04/11/2019 Udine

Giuseppe Caliccia

calicciaEra una pantera nera ad aprire i telegiornali. A Roma il felino fu avvistato lungo via Nomentana e a confermarlo furono anche alcune volanti della polizia. Cominciò la caccia e capite bene che se oggi fanno notizia alcuni cinghiali una pantera nera allora fu un evento di tutt'altra portata.

Passarono molti giorni e anche se gli avvistamenti si ripeterono più volte la belva riuscì sempre a mettere in scacco le forze dell'ordine. Era imprendibile.

“la pantera siamo noi” diventò il motto degli universitari che in quei giorni occupavano le facoltà in segno di protesta. Non erano solo quelli romani, la pantera aveva cominciato a scappare per tutto lo stivale.

Correva l'anno 1990 e io avevo iniziato la mia avventura universitaria.

La pantera non la presero mai e anche io come la pantera corsi veloce per tutti gli anni '90.

Il nuovo millennio, però, mi cambiò le carte in tavola. Ero un ricercatore di mercato esperto di marketing e mi occupavo di saponette e farmaci con qualche puntata sui fenomeni sociali. Ad un tavolo durante una cena (gli affari si fanno sempre a tavola) conobbi un gruppo di ragazzi che come me e come la pantera erano corsi per tutti gli anni '90 con un progetto affascinante. Il progetto era Cesop, una realtà che dall'università di Bologna aveva portato ovunque il collegamento tra studenti, neolaureati e aziende. I Job Meeting un fenomeno ormai consolidato.

E se unissimo il marketing con le risorse umane? Questa fu l'idea.

Erano passati pochissimi anni da quando nel 1996 due americani avevano coniato il termine Employer Branding e noi senza ancora conoscerli ne ricalcammo le gesta.

Il primo passo fu quello di studiare il mercato del lavoro sotto il profilo marketing. Così nel 2002 prese vita un osservatorio che non ha più smesso di analizzare i comportamenti e gli atteggiamenti dei neolaureati. Il BEoC (Best Employer of Choice) ci racconta ogni anno quali sono le aziende preferite come luogo di lavoro e per quali motivi.

Questa la base! Da qui iniziò un affascinante percorso che ci portò ad applicare tutte le tecniche e le metodologie proprie del marketing e della comunicazione all'Employer Branding.

Ora mi ritrovo a correre, un po' meno veloce, tra un piano di employee value proposition e un master hr e colgo l'occasione di questa rubrica per fermarmi un attimo e confrontarmi con tutti coloro che vorranno approfondire questa disciplina.

Giuseppe Caliccia
Autore di Guida pratica all’employer branding, Franco Angeli edizioni
www | 
linkedin

2 - 3 ' di lettura

employer branding e talenti

Cominciano ad essere numerosi gli articoli in cui si parla di Employer Branding.
Accade, però, che troppo spesso si confondano i piani e si confonda questa disciplina con altre di pari importanza ma differenti. Troppo spesso si sente parlare di Employer Brand e di talenti.

2 - 3 ' di lettura

Employer Branding il caso Italiano

“Il segreto del nostro futuro è fondato sul dinamismo dell’organizzazione commerciale e del suo rendimento economico, sul sistema dei prezzi, sulla modernità dei macchinari e dei metodi, ma soprattutto sulla partecipazione operosa e consapevole di tutti ai fini dell’azienda”.

2 - 3 ' di lettura

La nascita di un brand

Questa storia ve la racconto come avvenne e spero che possa dare spunti utili per le attività di branding.

L'idea nacque agli inizi del millennio (detta così fa sempre un certo effetto) con il lancio di un osservatorio che doveva avvicinare il vissuto delle aziende con quello dei neolaureati.

2 - 4 ' di lettura

occuparsi di employer branding

Il tutto è iniziato con l'ideazione di un osservatorio permanente che dal 2002 studia la percezione e l'atteggiamento dei neolaureati italiani rispetto alla formazione universitaria, al mercato del lavoro e all'immagine aziendale come luogo di lavoro (appunto employer branding).

2 - 3 ' di lettura

immagine

Molti anni fa ho seguito un percorso che mi ha permesso di migliorare le modalità di comunicazione con le altre persone.

Oltre allo studio è stato l'ascolto e la pratica musicale a farmi prendere atto di quale fosse l'aspetto centrale della comunicazione.

2 - 4 ' di lettura

image3c 900x473

Fin da giovane era sempre stato molto sportivo il direttore delle risorse umane.

Un ex calciatore che dopo aver avuto esperienze di corsa su lunghe distanze si era appassionato prima al trial e poi alla mountain bike.

2 - 4 ' di lettura

image2 900x473

Per tutta la seconda metà del secolo scorso la disciplina che si è occupata della modalità con cui vendere e comunicare i prodotti, i servizi e l'immagine aziendale è stata il marketing.

1 - 2 ' di lettura

foto1 900x473

Inizia da questo mese una rubrica che affronterà temi inerenti la disciplina dell'Employer Branding.

L'Employer Branding è la capacità di gestire al meglio la propria immagine aziendale come luogo di lavoro. Si parlerà, quindi, di marketing e comunicazione applicate alle risorse umane.

Giuseppe Caliccia
caliccia | 
www | 
linkedin


Autore di Guida pratica all’employer branding, Franco Angeli edizioni

Gallery