Prossimo evento

21
Marzo
Una giornata di
...

Offerte lavoro



 
 

La Banca d'Italia assume sessanta laureati

1 - 2 ' di lettura
La Banca d'Italia assume sessanta laureatiSessanta contratti per laureati in materie economiche, statistiche o giuridiche firmati dalla Banca d’Italia. Palazzo Koch aprirà le porte a 35 coadiutori con orientamento nelle discipline economico-aziendali, 15 coadiutori con orientamento nelle discipline giuridiche e 10 coadiutori con orientamento nelle discipline statistiche e/o matematico-finanziarie. La notizia arriva dalla Gazzetta Ufficiale n. 88 di martedì 11 novembre 2014.

Alla procedura concorsuale possono partecipare i cittadini italiani o dell’Unione Europea, d’età non superiore ai 40 anni che abbiano conseguito uno dei seguenti titoli di studio riportando una votazione pari o superiore a 105/110: laurea magistrale/specialistica in scienze economico-aziendali, scienze dell’economia, finanza, statistica economica, finanziaria ed attuariale, scienze statistiche, scienze statistiche attuariali e finanziarie, ingegneria gestionale, matematica, fisica, giurisprudenza, relazioni internazionali, scienze della politica; o un diploma di laurea di “vecchio ordinamento”, conseguito con un punteggio di almeno 105/110 in una delle seguenti discipline: economia e commercio; statistica; matematica; fisica; giurisprudenza; scienze politiche; scienze dell’amministrazione; scienze internazionali e diplomatiche.

Le prove d’esame consistono in una prova scritta (che prevede lo svolgimento di due elaborati sulle materie indicate nei programmi) e in una prova orale anticipate da una prova di preselezione che verterà sulle materie delle altre prove e sulla conoscenza della lingua inglese. Per cominciare a studiare, inoltre, sul sito web della Banca d’Italia sono disponibili le tracce della prova preselettiva e dello scritto utilizzate nell’edizione del concorso indetta a gennaio 2013.

La domanda di partecipazione deve essere presentata entro le ore 18 del prossimo 11 dicembre 2014 utilizzando l’applicazione disponibile sul sito internet della Banca d’Italia. È possibile candidarsi a una sola delle tre categorie proposte.


Laura Lapenna
24 novembre 2014


Foto: Foto Gallery sito Banca d’Italia

Gallery