Offerte lavoro



 
 

In scadenza concorso del Ministero dell'Interno per 200 futuri prefetti

2 - 3 minuti Tempo di lettura

ministero interno pubblica concorso per 200 futuri prefetti

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato un bando per 200 posti per l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia. Avete tempo fino a giovedì 19 dicembre 2019 per inviare la vostra domanda di partecipazione al concorso.

Concorso per 200 futuri prefetti: i requisiti

Per essere ammessi al concorso pubblicato dal Ministero dell’Interno per l’accesso a 200 posti per la qualifica iniziale della carriera prefettizia, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Cittadinanza italiana
  • Età non superiore a 35 anni. Tale limite di età è elevato:
    • di un anno per i coniugati
    • di un anno per ogni figlio vivente
    • di cinque anni per gli appartenenti alle categorie elencate nella legge 12 marzo 1999, n. 68, recante “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”
    • di un periodo pari all’effettivo servizio prestato, comunque non superiore a tre anni, per i cittadini che hanno prestato servizio militare
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Idoneità fisica all’impiego
  • Posizione regolare nei confronti degli obblighi militari

Concorso per 200 futuri prefetti: titoli di studio necessari

Oltre a i requisiti sopra elencati, per partecipare al concorso è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

Laurea magistrale

  • LMG/01 Giurisprudenza
  • Lm-62 Scienze della Politica
  • Lm-52 Relazioni Internazionali
  • Lm-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni
  • Lm-56 Scienze dell’economia
  • Lm-77 Scienze Economico-Aziendali
  • Lm-88 Sociologia e Ricerca Sociale
  • Lm-87 Servizio Sociale e Politiche Sociali
  • Lm-90 Studi Europei
  • Lm-84 Scienze Storiche

Laurea Specialistica

  • 22/S Giurisprudenza
  • 102/S Teoria e Tecniche della Normazione e dell’informazione Giuridica
  • 70/S Scienze della Politica
  • 60/S Relazioni Internazionali
  • 71/S Scienze delle Pubbliche Amministrazioni
  • 64/S Scienze dell’economia
  • 84/S Scienze Economico-Aziendali
  • 89/S Sociologia
  • 57/S Programmazione e Gestione delle Politiche e dei Servizi Sociali
  • 94/S Storia Contemporanea
  • 99/S Studi Europei

Diploma di Laurea

  • Giurisprudenza
  • Scienze Politiche
  • Scienze dell’Amministrazione
  • Economia e Commercio
  • Economia Politica
  • Economia delle Amministrazioni Pubbliche e delle Istituzioni Internazionali
  • Sociologia
  • Storia

Concorso per 200 futuri prefetti: le prove

Prima di accedere alla prima prova scritta, i candidati al concorso bandito dal Ministero dell’Interno per 200 futuri prefetti dovranno affrontare una prova preselettiva consistente in una serie di 90 quesiti a risposta multipla relativi agli argomenti di:

  • diritto costituzionale
  • diritto amministrativo
  • diritto civile
  • diritto comunitario
  • economia politica
  • storia contemporanea

Successivamente, il concorso vero e proprio prevede 5 prove scritte e un colloquio orale finale. Le prove scritte consistono in:

  • Elaborato di diritto amministrativo e/o costituzionale
  • Elaborato su diritto civile
  • Elaborato su storia contemporanea e della pubblica amministrazione
  • Risoluzione di un caso in ambito giuridico amministrativo o gestionale organizzativo
  • Traduzione di un testo o risposta a un quesito in lingua inglese o francese (scelta del candidato)

La prova orale finale verterà sulle materie precedentemente trattate e su:

  • nozioni generali di sociologia e di scienza
  • dell’organizzazione
  • diritto comunitario
  • scienza delle finanze
  • diritto penale (codice penale libro I; libro II, titoli II e VII)
  • legislazione speciale amministrativa riferita alle attività
  • istituzionali del Ministero dell’interno
  • elementi di amministrazione del patrimonio e di contabilità generale dello Stato

Concorso per 200 futuri prefetti: come candidarsi

Vuoi essere tra i candidati per uno dei 200 posti messi a disposizione dal Ministero dell’Interno? Puoi inoltrare la tua domanda di adesione (entro e non oltre il 19dicembre 2019) cliccando sul seguente link:

Non perderti nessuna notizia sul mondo del lavoro: iscriviti alla nostra Newsletter. Seguici anche su Telegram!

Gallery