Offerte lavoro



 
 

 

Lo stage in Europa si fa con Emy

1 - 2 minuti Tempo di lettura
Lo stage in Europa si fa con EmyLa prima fase si è chiusa lo scorso 30 gennaio. Ma sono ancora aperti i termini per la seconda tranche di selezioni per il progetto Euro mobility for youngs (EMY), che prevede stage di 11 settimane, con inizio il 30 settembre 2013, nella cosiddetta “green economy”, dalle energie rinnovabili all’agricoltura sostenibile, fino all’architettura eco-compatibile.

L’offerta è di 120 borse in totale, che vengono però “spalmate” nei tre periodi di tirocinio: il primo, per il quale le selezioni si sono chiuse il 30 gennaio 2013, il secondo, con bando in corso, e il terzo, che prevede l’apertura delle candidature il prossimo primo giugno. Destinazioni: Regno Unito, Francia, Spagna, Grecia, Lituania, Irlanda, Portogallo, Galles, Germania, Slovenia. La borsa di studio copre le spese di viaggio fino alla destinazione prescelta, trasporti locali, pocket money, assicurazione e visite culturali.

Possono fare domanda giovani diplomati o laureati in materie legate ai settori in cui si svolgono i tirocini. È il caso di agronomi, periti agrari, agrotecnici, biotecnologi agroindustriali, economi e amministratori di imprese agricole, economi del sistema agroalimentare e dell’ambiente, tecnici forestali, viticoltori ed enologi, geometri, periti tecnici. Per i laureati, valgono i titoli in ingegneria, scienze ambientali, architettura e master o corsi di specializzazione nelle discipline elencate.
È necessario, però, essere in cerca di prima occupazione, disoccupati o inoccupati, non essere iscritti a nessun corso universitario e non avere giù beneficiato di una borsa del programma Leonardo.

La documentazione da inviare è indicata nel bando e comprende la domanda di partecipazione, scaricabile dai siti www.csaurora.it e www.regionesicilia.it/lavoro, il cv formato europeo, in italiano e inglese, e un’autocertificazione che attesti l’assenza di carichi penali pendenti. La domanda deve essere inviata in busta chiusa al Centro studi aurora onlus, tra i promotori del progetto (Corso Umberto I n.10, 90011, Bagheria, Palermo). L’esame delle candidature si basa su un’analisi dei titoli, cui seguirà un colloquio individuale.

Chiara Del Priore
9 aprile 2013

 
Foto di Gov7Ba

Gallery