Offerte lavoro



 
 

 

Osservatorio occupazione: quarto rapporto ILO di agosto

1 - 2 minuti Tempo di lettura

rapportoILOIl tasso globale di disoccupazione giovanile ha raggiunto il suo record nel 2009 e ci si aspetta un incremento nel 2010.

La situazione è quella descritta dal quarto rapporto ILO Global Employment Trends for Youth che è stato appena pubblicato.

Dei circa 620 milioni di giovani economicamente attivi su scala mondiale, che hanno tra i 15 e i 24 anni, 81 milioni erano disoccupati alla fine del 2009. Il più alto numero mai registrato, 7,8 milioni in più del 2007, il che ha fatto balzare il tasso di disoccupazione dall’11,9% del 2007 al 13% del 2009.

Il tasso di disoccupazione giovanile, si legge nel rapporto, è risultato molto più sensibile alla crisi di quello degli adulti.

Il dato sottostima comunque una situazione che è ancora più grave perché, tra coloro che un lavoro ce l’hanno, ben 152 milioni vivono in condizioni di estrema povertà ricevendo salari inferiori a 1 euro e 25 centesimi al giorno.

Ma il punto nodale del rapporto è quello che mette in guardia i governi dalle conseguenze che una simile situazione può generare. Il rischio cioè di un’eredità che la crisi attuale potrebbe lasciare, quella di una “lost generation” di giovani che essendo stati eliminati dal mercato del lavoro, “having lost all hope of being able to work for a decent living". L’incisività della frase originale ci è parso rendesse meglio della nostra traduzione, quindi l’abbiamo mantenuta.

L'Organizzazione Internazionale del Lavoro - fondata nel 1919 ne fanno parte 178 Stati - è un'agenzia delle Nazioni Unite con il compito di promuovere la giustizia sociale e i diritti umani, in particolare per ciò che riguradra il lavoro.

Raffaella Giuri

17 agosto 2010


Foto di Tobias Higbie

Gallery