Prossimo evento

21
Marzo
Una giornata di
...

Offerte lavoro



 
 
Azienda Nome azienda Titolo Settore funzionale Data fine Sede
ADHR Group Asset Analyst amministrazione e finanza 28/02/2019 Milano

Giovani caschi bianchi, un anno con Focsiv

1 - 2 ' di lettura
Giovani caschi bianchi, un anno con FocsivIn giro per il mondo a dare una mano a chi ne ha bisogno. Con Focsiv. La Federazione organismi cristiani servizio internazionale volontario, nell’ambito del Servizio Civile Internazionale, offre la possibilità a 233 giovani di vivere un’esperienza di volontariato in Paesi in via di sviluppo.

I progetti di servizio civile a cui è possibile aderire fin da adesso avranno una durata di dodici mesi e verranno realizzati in Africa, America Latina, Centro America, Asia ed Europa. I volontari prescelti saranno impegnati come “caschi bianchi” in aree di conflitto sociale, e avranno il compito di promuovere lo sviluppo e creare percorsi di pace. In sostanza, il loro obiettivo sarà quello di aiutare i popoli in condizioni di disagio umano, culturale ed economico e di tutelare i diritti umani.

I posti liberi in terra straniera, come detto, sono 233. A questi si aggiungono gli undici, sempre firmati Focsiv, disponibili nell’ambito di progetti realizzati in Italia: in questo caso i giovani saranno a contatto con le realtà locali, alle prese con le diverse problematiche legate al territorio.

Per candidarsi è necessario essere cittadini italiani tra i diciotto e i ventinove anni (non compiuti alla data di presentazione della domanda) e presentare la propria candidatura per un unico progetto. La domanda di partecipazione, in formato cartaceo, deve essere inviata entro le 14 del 4 novembre 2013 (non fa fede il timbro postale).

Sul sito di Focsiv si possono consultare tutti i progetti. Per ricevere informazioni, invece, è possibile rivolgersi all’e-mail dell’organizzazione. Un’avvertenza: sul sito internet, al momento, le schede dei progetti sono segnalate come “2012”, cioè l’anno della presentazione degli stessi. Ma sono attuali e accessibili.


Barbara Diani
19 ottobre 2013


Foto: archivio Focsiv

Gallery