Offerte lavoro



 
 

 

Le "debolezze" del CV e la lettera di accompagnamento: i nostri consigli in VIDEO

1 minuto Tempo di lettura

foto-video-060313-2 Altri video consigli da Luisa Adani, giornalista e consulente di carriera. Ecco gli argomenti trattati.

Tutti o quasi hanno nel proprio CV dei punti di debolezza: aver cambiato facoltà, aver interrotto gli studi per un periodo di tempo più o meno lungo, aver scelto un corso di laurea di nessuna attinenza con il diploma conseguito ecc. Secondo Luisa Adani, sono eventi che più che tentare di celare è forse il caso di evidenziare, magari spiegandone le ragioni nella lettera di accompagnamento.
In questo modo, potrebbero addirittura essere visti dal selezionatore come elementi di arricchimento del nostro percorso formativo e diventare un vantaggio rispetto agli altri candidati.

Quando ci si candida per una posizione ben precisa, è fondamentale allegare al CV una lettera di accompagnamento. La lettera di accompagnamento è una lettera di "contenuto" in cui, rivolgendoci al nostro interlocutore, spieghiamo, sinteticamente ma con chiarezza, quali sono i motivi per i quali riteniamo di essere davvero la persona che l'azienda sta cercando.

Buona visione!

Gallery