Offerte lavoro



 
 

 

La primavera dei concorsi pubblici, 220 posti tra Agenzia delle Entrate e Polizia

1 - 2 minuti Tempo di lettura
La primavera dei posti pubblici, 220 posti tra Agenzia delle Entrate e PoliziaLa primavera fa davvero rifiorire i concorsi pubblici in Gazzetta. Prima con 80 posti nel ruolo di commissario della Polizia di Stato, poi con 140 ingegneri e architetti che entreranno a far parte del personale dell’Agenzia delle Entrate con contratti a tempo indeterminato, nelle sue tante sedi in giro per l’Italia.

L’ente pubblico che coordina la riscossione dei tributi vuole rinforzare il suo comparto tecnico nel settore delle attività relative a servizi catastali, cartografici, estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare. Da qui una maxi-selezione, che servirà ad assumere 140 architetti o ingegneri, iscritti alla sezione "A" dell’Albo professionale di riferimento presentata sulla Gazzetta Ufficiale n. 25 di venerdì 28 marzo. L’inserimento definitivo dei funzionari tecnici avverrà negli uffici praticamente di tutte le regioni italiane.

La modalità di selezione è duplice: prima sarà necessario superare un test di tipo attitudinale, poi una prova tecnico-professionale e, infine, un tirocinio teorico-pratico. Coloro che passeranno gli scritti saranno ammessi a frequentare un tirocinio della durata di tre mesi che comprende un rimborso di 1.450euro lordi al mese. Al termine dello stage i candidati sosteranno anche un colloquio orale. Attenzione, però: il 20% dei posti è riservato al personale già in forze presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate.  

Per maggiori informazioni rimandiamo al bando che sarà aperto fino al prossimo 28 aprile.

Cambiando completamente genere, la Polizia – ne dà notizia nella Gazzetta Ufficiale  n. 24 di martedì 25 marzo – è alla ricerca di 80 laureati (nelle discipline indicate nel bando, tra le quali figurano Giurisprudenza e Scienze Politiche) che non abbiano compiuto i 32 anni di età e, come al solito, siano in possesso dei requisiti psico-fisici e attitudinali necessari per svolgere la professione. I prescelti seguiranno un corso biennale di formazione e addestramento, per poi essere inquadrati con la qualifica di vice-commissario.

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 24 aprile prossimo utilizzando la procedura informatica.


Laura Lapenna
31 marzo 2014


Foto: Forum Pa/Agenzia Entrate

Gallery